Intelligent Process Automation, l’incontro tra RPA e AI

L’IPA è l’evoluzione “intelligente” della RPA in grado di eseguire interi processi aziendali imparando dal contesto.

Sostanzialmente, l’IPA nasce dall’incontro tra RPA e AI. Infatti, possiamo descriverla come l’evoluzione dei robot-software, che da semplici esecutori diventano veri assistenti intelligenti. In questo modo siamo in grado di eseguire l’automazione anche sui processi più complessi.

Le proprietà di un sistema di Intelligent Process Automation?

Qui di seguito elenchiamo più in dettaglio cosa è in grado di fare un sistema di IPA.

–  Imita i processi umani attraverso la «visione», il «linguaggio» e la capacità di ricondurre una situazione a specifici parametri.
–  Elabora processi automatici di classificazione del contenuto, sia sui dati strutturati che semi strutturati e/o destrutturati.
–  Indicizza un documento con metadati estratti automaticamente dal contenuto del documento stesso.
–  Impara e migliora.
–  Permette di avere livelli chiari di affidabilità.

I vantaggi dell’Intelligent Process Automation

Perché utilizzare i sistemi di IPA?

–  Aumentano la produttività del lavoro
–  Migliorano la cosiddetta «Employee Experience»
–  Garantiscono maggiore «Compliance» e «Governance»
–  Assicurano una maggiore velocità nella finalizzazione del processo
–  Migliorano l’efficacia e l’accuratezza del lavoro umano
–  Riducono i costi per grandi mole di dati

Leggi di più sull’incontro tra RPA e AI dal sito di UIPath

Approfondisci
Richiedi maggiori informazioni
2022-05-27T16:56:11+02:0012 Maggio 2022|Categorie: Articoli|Tag: , , , |