Alecsandria Digital Agency | Case Study: ConTe, lo smart working come acceleratore dei processi decisionali
Lo smart working come acceleratore dei processi decisionali, lo racconta Francesco Miglietta di ConTe durante la Tavola Rotonda organizzata da Alecsandria Digital Agency.
7468
post-template-default,single,single-post,postid-7468,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,

BLOG

Case Study: ConTe, lo smart working come acceleratore dei processi decisionali

30 Giu 2020, in Digital Transformation, Eventi, Webinar

ConTe, brand italiano del gruppo Admiral come ha reagito all’emergenza Covid?

Lo abbiamo chiesto a Francesco Miglietta, Head of Pet Insurance and Travel durante la tavola rotonda del 18 giugno su strategie e strumenti digitali in epoca di emergenza sanitaria organizzata da Alecsandria Digital Agency.

Francesco ci racconta che lo smart working era già in uso all’interno dell’azienda per una parte dello staff ma è stato durante il lock down che questa modalità di lavoro è stata applicata a tutti i 600 dipendenti, di cui 300 operatori call center.

Anche se con lo smart working ConTe risparmierà 500.000 euro in trasferte, senza ridurre il numero di interazioni con sedi le internazionali che sono raggiunte grazie agli strumenti digitali, secondo Francesco Miglietta l’effetto più importante di questa nuova modalità di lavoro è l’accelerazione dei processi decisionali.

Negli ultimi mesi infatti sono state prese decisioni importanti in tempi brevissimi. E’ stato necessario ricontestualizzare il piano aziendale 2020 per adattarlo alle nuove esigenze nate dall’emergenza: da una parte la volontà di sostenere il cliente in un momento critico e dall’altra cercare di mantenere le attività il business.

Francesco ci ha condiviso due progetti digitali che hanno soddisfatto a pieno queste nuove necessità:

  1. Il primo progetto, che era già stato pianificato per dicembre 2020, è stato anticipato a marzo e riguarda la possibilità di acquistare una polizza casa attraverso una rata mensilmente invece di pagare l’intero premio annuale in un’unica soluzione. Questo ha permesso di venire incontro ai bisogni del cliente ma anche di reggere le vendite che altrimenti sarebbero state in discesa.
  2. Il secondo progetto è stato quello di spostare sull’online alcune dinamiche che erano prettamente telefoniche come per esempio il rinnovo di alcuni tipi di assicurazioni. Questo ha permesso al cliente di muoversi in autonomia ed i risultati sono stati ottimi, il 45% dei rinnovi di maggio è avvenuto online.

Lo smart working in fase di lock down ha reso molto sottile il confine tra la vita personale e la vita lavorativa, questo ha portato ad una maggiore “cura” del team, ed una maggiore attenzione alle persone.

Un’ altra attività importante nata in epoca covid è stata la necessità di rivedere tutto il piano comunicazione. Le campagne promozionali, precedentemente pianificate, che andavano a spingere sulla vendita sono state sostituite da contenuti di comunicazione diversi incentrati sulla presenza e sul sostegno ai propri clienti.

Ma ci ha colpito in particolare una considerazione fatta da Francesco, che anche noi di Alecsandria abbiamo vissuto direttamente e riguarda il cambiamento delle relazioni interpersonali all’interno dell’azienda.

Complimenti Francesco!

 

NEI SEGUENTI VIDEO L’INTERVENTO DI FRANCESCO MIGLIETTA E LA SUA RISPOSTA ALLE DOMANDE DEI PARTECIPANTI ALL’EVENTO ONLINE

Se vuoi vedere l’intero video CLICCA QUI